Teatro

Frida

Teatro

L’appassionata esistenza di Frida Kahlo
un monologo
di e con Marina Coli
tratto da “Viva la Vida” di Pino Cacucci (Ed. Feltrinelli)

Sono nata nella pioggia.
Sono cresciuta sotto la pioggia.
Una pioggia fitta, sottile…
una pioggia di lacrime.
Una pioggia continua
nell’anima e nel corpo.”

 

Marina Coli interpreta le più belle pagine del libro “Viva la Vida” di Pino Cacucci.
L’accompagnamento musicale contribuisce alla tessitura del monologo che ripercorre i patimenti della reclusione forzata, i lucidi deliri artistici di pittrice affamata di colore, la relazione con Diego Rivera.

Si intende restituire “….la sintesi infuocata di un’esistenza, la parabola di una grande
pittrice…”
, il grido di una donna che non si è sottratta al dolore del corpo e
dell’anima, e che alla fine dei suoi giorni, con lucida emozione chiede: “….sono
pronta, attendo con gioia di partire e spero di non tornare mai più….”

“Ho avuto la fortuna di incontrare Marina grazie ai miei scritti su donne dall’inestimabile esistenza, e il piacere raro di vederle rivivere nelle sue interpretazioni sulla scena. Marina ha talento, ma ha anche molto di più: passione, sensibilità, e un ardore pervaso di discreta umiltà… E tutto questo lo trasmette quando incarna vite di persone appassionate e sensibili, come lei stessa è”.

(Pino Cacucci)

 

 

http://www.youtube.com/watch?v=fV5Gv-TjTdU

 

Rass. Stampa

4minuti.it, 24 sett. 2012

 

Condividi